La riflessione nasce dal fatto che sono sempre andato controcorrente, non riesco a fare le cose perchè sono di moda, popolari, perchè si fanno così, e quindi posso definirmi un outsider, uno “strano”, uno di quelli che una volta erano chiamati Nerd, oggi più polically correct Geek, alle volte ha pagato essere diversi dagli altri, altre volte è stato un limite sociale, nella comunicazione o nella socialità, ma per come sono fatto di carattere è un più un problema per gli altri che per me.

Questo post nasce dal fatto che oggi vanno di più i Social, che i post nei blog (e infatti ho diversi canali youtube, il primo dal 2006, appena nacque), e Instagram, Vero, Wave e frequento (ma non produco) per TikTok, Facebook l’ho sempre usato dalla sua nascita, ma poco per la sua natura dispersiva e fortemente orientata far sparire le cose, e si legge in teoria poco…

“Gli algoritmi preferiscono gli articoli brevi e ridondanti…”
traduzione : dovrei trattarvi come dei decelebrati con un chiodo da 20 mm trafitto nel lobo frontale ripetendo almeno tre volte la stessa intro, in modo diverso per diventare più popolare per l’algoritmo…
Ho rispetto di voi.

“Scrivi troppo, poi la gente non legge tutto”
bah… chissene… sono punti di vista di chi non legge neanche le istruzioni base e poi si lamenta che le cose non funzionano perchè non hanno tolto la linguetta di plastica delle batterie… secondo quelle persone sono meglio quei blog che hanno 8 righe ma la pagina sembra piena perchè sono tutte pubblicità e una testata relativa alla notizia…
Twitter è il luogo adatto per voi… non il mio sito, qui ci viene chi vuole sapere e imparare

” i video sono meglio”
si, ho anche più di un canale youtube da quasi vent’anni, per cose diverse..

” il tuo canale non ha contenuti regolari”
il canale principale contiene tutorial, trucchi, su diversi programmi, che faccio insieme a tante altre cose, forse ne nasceranno altri più variegati, quando ne avrò voglia 😛

Ok … arrivato quasi a 50 anni… penso che posso continuare così, essere diverso dagli altri, ed esser felice di avere vicino chi lo apprezza, e lontani chi non capisce le mie scelte…
ps Ovviamente la scelta per l’immagine è quella del Geek per eccellenza, ovvero il mitico Tim Burton.
pps su curiosità di un amico ho scoperto che nonostante il mio blog sia tutto controcorrente è visitato più di quello che penso, persino dal Giappone…
Diverso è il nuovo Popolare 😛